UNIPOL BANCA:
novità sui social network

I prossimi mesi saranno caratterizzati da importanti novità relativamente alla presenza di Unipol Banca nel web.
Nell’ottica di ampliare il nostro perimetro di azione abbiamo infatti deciso di investire nei canali social lavorando a un percorso articolato che già nelle prossime settimane farà evolvere i profili/canali My Unipol Banca (Facebook, Twitter, Google+ e YouTube) in profili più istituzionali, denominati appunto Unipol Banca.

In questo modo potremo comunicare con tutti i nostri stakeholder e con la nostra clientela prospect in modo completo e coerente. In base al canale utilizzato, porteremo in evidenza temi di natura corporate e valoriale per i quali prediligeremo un tone of voice istituzionale, e argomenti più legati alla dimensione commerciale e di ingaggio nei confronti della clientela.

In questo modo potremo comunicare con tutti i nostri stakeholder e con la nostra clientela prospect in modo completo e coerente. In base al canale utilizzato, porteremo in evidenza temi di natura corporate e valoriale per i quali prediligeremo un tone of voice istituzionale, e argomenti più legati alla dimensione commerciale e di ingaggio nei confronti della clientela.

Questo percorso ci consentirà dunque di arricchire i nostri canali portando in evidenza ogni aspetto legato al nostro lavoro: dagli eventi alle sponsorizzazioni, dai prodotti all’educazione finanziaria.

In queste settimane ad esempio vedrete che nella pagina facebook My Unipol Banca saranno presenti post di carattere istituzionale brandizzati Unipol Banca, che serviranno ad abituare gli utenti al progressivo cambio di impostazione. A fine luglio infatti è previsto l’aggiornamento della grafica e della denominazione dei diversi profili: da My Unipol Banca a Unipol Banca.

In questa ottica ricordiamo di seguito i social network in cui siamo presenti e le finalità per cui sono utilizzati:

Facebook: è il mondo dell’entertainment e dell’interattività; è lo spazio in cui ingaggiamo gli utenti con l’obiettivo di cogliere le potenzialità commerciali offerte dalla piattaforma.

Twitter: ha lo scopo di cercare e sostenere il contatto con giornalisti, influencer e più in generale con il mondo degli opinion leader; a questo pubblico diamo informazioni che ci riguardano in modo breve e immediato.

YouTube è dedicato a progetti speciali e a filoni narrativi particolari come ad esempio quelli dell’ Information e dell’Education; su questo canale pubblicheremo le puntate di SBANKati.

Google+ serve per indicizzare al meglio i nostri contenuti sui motori di ricerca; lo utilizzeremo per rilanciare le informazioni pubblicate su Facebook e Twitter

LinkedIn (attivo a breve) conterrà notizie di taglio istituzionale (informazioni sul bilancio, interviste legate al mondo della banca e delle imprese);la natura dei contenuti è corporate e non commerciale.

Instagram (attivo nell’ultimo trimestre) racconterà attraverso la tecnica dello storytelling visivo il mondo Unipol Banca legato agli eventi e alle sponsorizzazioni.