Il Servizio di Consulenza alla Clientela di Unipol Banca, a partire dal mese di febbraio 2015, sarà orientato a valorizzare maggiormente la gestione dei servizi di investimento erogati dalla rete.

Il nuovo modello prevede un sostanziale cambiamento di approccio: si passerà infatti da una logica per “prodotto”, ad una di “portafoglio”. Il nuovo modello terrà in considerazione, ai fini della valutazione di adeguatezza delle raccomandazioni, tutti gli asset presenti nel portafoglio del cliente, superando il controllo “one to one” sul singolo prodotto.

Il progetto, avviato nei primi mesi di quest’anno, sta entrando nella sua fase finale. Per essere pronti all’evoluzione del modello, da metà novembre tutte le filiali della rete bancaria sono state coinvolte in una giornata formativa sul Nuovo Servizio di Consulenza. Nello specifico la formazione è rivolta a tutti i colleghi che si occupano di consulenza finanziaria ed è erogata in tutte le principali sedi territoriali.

I motivi che hanno spinto la banca a modificare l’attuale modello sono:

• migliorare la qualità di offerta verso il cliente finale

• aumentare l’efficacia commerciale

• allinearsi alle best practice di mercato

• adeguarsi agli ultimi orientamenti degli Enti Regolatori.

Il Progetto, oltre alla rivisitazione del servizio di consulenza, prevede anche l’introduzione di una nuova piattaforma informatica a supporto dell’operatività commerciale. Ciò garantisce tutti i controlli di conformità richiesti e permette l’esecuzione di proposte di investimento mirate e coerenti rispetto ai bisogni del cliente.